In vista della prima scadenza del 26 febbraio 2018 siamo a ricordare le nuove regole per la presentazione degli elenchi Intrastat introdotta con il Provvedimento del 25 settembre 2017 (articolo 50, comma 6, terzo periodo, Dl 331/1993, come modificato dall’articolo 13, comma 4-quater, Dl 244/2016).

Le semplificazioni riguardano i seguenti elenchi riepilogativi:

  • modello INTRA 2bis, relativo agli acquisti di beni
  • modello INTRA 2quater, relativo agli acquisti di servizi
  • modello INTRA 1bis, relativo alle cessioni di beni
  • modello INTRA 1quater, relativo ai servizi resi.Di seguito le misure previste:I modelli Intra trimestrali relativi agli acquisti di beni e servizi sono aboliti, mentre i modelli Intra mensili hanno valenza esclusivamente statistica.

E’ stata innalzata la soglia dell’ammontare delle operazioni per l’individuazione dei soggetti obbligati a presentare i relativi elenchi riepilogativi

  • da 50mila a 200mila euro trimestrali per gli acquisti di beni
  • da 50mila a 100mila euro trimestrali per gli acquisti di servizi
  • stesse soglie per le cessioni di beni e di servizi (per queste operazioni la presentazione, con periodicità mensile o trimestrale, resta ancorata ai 50mila euro).

 

La soglia “statistica” per gli elenchi relativi alle cessioni di beni è innalzata. Infatti, la compilazione dei dati statistici negli elenchi mensili relativi a queste operazioni è opzionale per i soggetti che non superano i 100mila euro di operazioni trimestrali.

L’ultima semplificazione riguarda la compilazione del campo “Codice Servizio”, nei modelli in cui è presente, perché si passa dal Cpa a 6 cifre al Cpa a 5 cifre, con una riduzione di circa il 50% dei codici Cpa da selezionare.

Per approfondire Provvedimento n. 194409 del 25 settembre 2017