Nuovi termini di Fatturazione Elettronica

2019-07-22T12:33:17+01:00 4 Luglio 2019|News|

A partire dal 1° luglio 2019 la fattura può essere inviata allo Sdi entro 12 giorni dall’effettuazione dell’operazione, ma nel campo “Data” va sempre indicata la data di effettuazione dell’operazione.

A tal proposito, la circolare 14/E/2019 dell’Agenzia delle Entrate precisa che “in considerazione del fatto che per una fattura elettronica veicolata attraverso lo Sdi, quest’ultimo ne attesta inequivocabilmente e trasversalmente … la data e l’orario di avvenuta “trasmissione”, è possibile assumere che la data riportata nel campo “Data” della sezione “Dati generali” del file della fattura elettronica sia sempre e comunque la data di effettuazione dell’operazione”.

Il momento di effettuazione dell’operazione è così stabilito dal Decreto Iva, salvo casi particolari:

  1. per i beni mobili al momento della consegna o della spedizione del bene;
  2. Le prestazioni di servizi si considerano effettuate al momento del pagamento del corrispettivo;
  3. In ogni caso, se prima del verificarsi degli eventi sopra indicati, viene emessa fattura o viene pagato il corrispettivo, l’operazione si considera effettuata al momento della fatturazione o del pagamento.

Riprendendo l’esempio fornito nella circolare 14/E/2019, per un’operazione effettuata in data 28 settembre 2019, la fattura può essere inviata allo Sdi nell’intervallo temporale che va dal 28 settembre stesso fino all’10 ottobre 2019, valorizzando sempre il campo “Data” indicando il momento di effettuazione dell’operazione (28 settembre 2019).

Le regole per l’emissione della fattura differita prevedono già la possibilità di emetterla entro il giorno 15 del mese successivo a quello in cui sono effettuate le singole operazioni (documentate da Ddt), con l’obbligo di indicare nel documento gli estremi delle singole operazioni effettuate, ragion per cui l’Agenzia ritiene che sia sufficiente indicare una sola data per le fatture differite elettroniche inviate tramite Sdi, e più precisamente quella di effettuazione dell’ultima consegna avvenuta nel corso del mese di riferimento.

Riprendendo l’esempio dell’Agenzia proposto nella circolare 14/E/2019, nel caso di consegna di beni allo stesso soggetto nei giorni 2, 10 e 28 settembre 2019 (documentate con Ddt), sarà possibile inviare la fattura differita elettronica allo Sdi fino al 15 ottobre 2019, indicando nel campo “Data” della fattura solamente la data dell’ultima consegna effettuata (28 settembre 2019 nell’esempio).

L’Associazione Nazionale Produttori di Software è intervenuta pubblicando le faq in cui l’Agenzia delle Entrate introduce il concetto di tolleranza dei tempi di trasmissione secondo le regole suggerite dalle Software House.  Seguendo gli esempi della Circolare, viene considerata valida la predisposizione del file e l’indicazione della data fattura 30/9/19, se l’invio del file allo Sdi avviene entro lo stesso giorno (30/9/19), oppure se la predisposizione del file e data fattura avviene qualche giorno dopo ad esempio il 05/10/19 con invio del file allo Sdi entro lo stesso giorno (05/10/19).

Allegato: Circolare n.14 E Agenzia delle Entrate