Entro il 12 giugno dunque, i soggetti passivi Iva dovranno trasmettere per via telematica, direttamente o tramite intermediari, la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche Iva effettuate nei primi tre mesi dell’anno in corso.

Il modello di comunicazione con le relative istruzioni e le specifiche tecniche di trasmissione telematica sono state approvate dall’Agenzia delle Entrate solo il 27
marzo 2017.

Inoltre i software di compilazione e di controllo necessari per l’invio delle comunicazioni sono stati messi a disposizione sul sito internet dell’Agenzia dell’Entrate soltanto dopo la prima decade di maggio, lasciando alle imprese e ai professionisti soltanto quindici giorni di tempo a disposizione per la materiale esecuzione dell’adempimento, che prevede anche un invio telematico
con regole nuove.