Un vino può dirsi 4.0? Sì, con il giusto software gestionale avanzato

Il futuro del vino è vicino, anzi vicinissimo. Viaggia tutto con uno spirito sempre più data-driven, grazie a un comparto che oggi può svilupparsi per diventare più agile e competitivo con l’aiuto di fattori come l’intelligence, l’integrazione e l’informatizzazione.

Lo sguardo è teso verso un solo obiettivo: la sostenibilità, sia ambientale che dei processi lavorativi di chi l’azienda vitivinicola la vive tutti i giorni. Innovare significa, infatti, anche semplificare, alleggerire i procedimenti dalla produzione fino alla vendita.

Anche il vino diventa 4.0: le informazioni intorno all’intera filiera sono oggi più facilmente raccoglibili e vengono ridistribuite in maniera automatica e rapida, permettendo decisioni immediate, più sicure e in linea con i cambiamenti di mercato.

Come? Fra le tecnologie di spicco della Transizione 4.0, spinta da piani come il PNRR, ci sono i software gestionali, strumenti in grado di raccogliere e distribuire i dati di tutti i processi aziendali in atto e renderli sempre disponibili, di connettere i vari reparti fra loro e agevolare l’automatizzazione delle mansioni.

Dalla terra alla degustazione: il ruolo del software gestionale personalizzato

Il settore vitivinicolo presenta delle caratteristiche peculiari che lo differenzia dalle altre aziende agricole.  Il software gestionale dovrà avere al suo interno anche funzioni specifiche, pensate appositamente per quei processi caratteristici della filiera del vino, oltre che quelle basilari e comuni ad altre tipologie di aziende.

Dunque, non si tratta solo di snellire e dematerializzare l’apparato amministrativo e normativo: una gestione dell’intera filiera vitivinicola più intelligente e cooperativa passa proprio da un corretto flusso di tutti i dati che coinvolgono tutta la supply chain, come anche la distribuzione, la vendita e il servizio clienti.

Una vigna più controllata

I software gestionali di nuova generazione e dedicati al settore vitivinicolo permettono un controllo continuo e immediato sull’intero processo produttivo. Questi dati possono essere complicati da gestire senza uno strumento adatto, sia all’interno di una filiera corta, che di quelle più complesse che richiedono aggiornamenti costanti anche sui terreni di ciascun socio. Grazie a un gestionale si ottiene un quadro sempre aggiornato sulle attività del vigneto, sul piano colturale e persino sui costi di produzione.

La cantina e la vinificazione: una matassa di dati da sciogliere

Dopo la coltivazione, seguono altri processi tipici di questo settore, che spesso si rivelano altrettanto complicati per la grande mole di dati da gestire. Pensiamo ad esempio al conferimento delle uve. In questa fase si dovrà tenere d’occhio tutta la movimentazione delle uve conferite, attestare tutte le caratteristiche dei prodotti in entrata: la tracciabilità è un elemento decisamente essenziale.

Alle attività della cantina, seguono poi quelle di trasformazione per il raggiungimento del vino finito. Prima del sospirato imbottigliamento, c’è una lavorazione fatta di tanti passaggi, un vero e proprio percorso fatto di esperienza, ma anche di informazioni da annotare, conservare e analizzare. Anche qui è necessario un software apposito e non generalista, che riesca a tenere traccia di tutte le fasi particolari come lo stato dei contenitori, la pigiatura, la fermentazione o la svinatura.

Il controllo avanzato del magazzino e della vendita

Arrivati all’imbottigliamento, il vino viene etichettato per poi raggiungere le nostre tavole. Ottimizzare e automatizzare al meglio le operazioni di magazzino e distribuzione è un altro fondamentale gradino da salire per rendere la propria azienda più organizzata e competitiva.

Il software gestionale va ad agire anche su questi aspetti, permettendo ad esempio di tracciare ogni singolo lotto, le giacenze, pianificare gli ordini, gestire i codici a barre e preparare le spedizioni. Una gestione con dati sempre aggiornati e decisamente più snella e funzionale, in grado di preparare al meglio il terreno per la successiva vendita.

Il software gestionale per il vitivinicolo integrato: la connessione diretta con il futuro

Un software gestionale può offrire ancora di più, integrando servizi utili allo sviluppo di strategie aziendali efficaci a tutto campo.

Questo è quello che fa il nostro Vitis.

Inoltre, Vitis è studiato per interfacciarsi con applicazioni esterne grazie a soluzioni CRM, ed e e-commerce, per avere sotto controllo anche la vendita on-line e il servizio clienti.

Grazie poi al suo sistema di Business Intelligence, Vitis consente di avere sempre a portata di mano tutti i dati e metriche aziendali complete per favorire un miglior processo decisionale e  individuare le tendenze di mercato.

Richiedi informazioni